it


Contents

  1. Requisiti di sistema
  2. Note di rilascio per versione ARM
  3. Installazione
    1. Pacchetti "recommended" installati in modo predefinito
    2. Ibernazione non disponibile col partizionamento automatico
    3. Aggiornamento elenco dei pacchetti per l'installazione di driver
    4. Altri SO non mostrati nel menù di avvio durante l'installazione della RC
    5. Boot automatico da RAID degradati non configurato durante l'installazione
    6. Icona per gli OEM non mostrata nella Kubuntu Netbook Edition
    7. Dialogo di conferma dell'installazione UNR nascosto
    8. Utilizzo di spazio persistente su un supporto USB con Wubi
    9. Scorciatoia per l'installazione in Ubuntu Moblin Remix (developer preview)
    10. Installazioni con partizione /boot separata
  4. Avanzamento di versione
    1. Impostazione non più supportata del dominio di regolamentazione della rete senza fili attraverso l'opzione del modulo
    2. Avanzamenti di versione dalla Beta
    3. Crash del server X con l'utilizzo di tavolette wacom
    4. Mancanza dell'applet di arresto in Ubuntu Netbook Remix
    5. Pacchetti guidance-power in Kubuntu non più necessari
    6. Ctrl-Alt-Backspace disabilitato in modo predefinito
      1. Abilitare Ctrl-Alt-Backspace in Ubuntu
      2. Abilitare Ctrl-Alt-Backspace in Kubuntu
    7. Nuove notifiche della disponibilità di aggiornamenti
    8. Aggiornamento di MySQL
      1. Configurazione MySQL Cluster
    9. /etc/event.d non più utilizzato
    10. Aggiornamento di syslog
    11. Immagini di Eucalyptus 1.5 non conservate con l'aggiornamento alla versione 1.6
  5. Altri problemi noti
    1. Aggiornamento manuale di GRUB con il passaggio a ext4
    2. Possibile danneggiamento di file di grandi dimensioni con ext4
    3. Client Ubuntu One richiede aggiornamento post-installazione
    4. Impossibile eseguire job di upstart in chroot
    5. Schermata di accesso visualizzata prima del mount dei file system opzionali
    6. Aggiornamento manuale di GRUB con il passaggio a ext4
    7. Il servizio avahi non si avvia in presenza di un dominio .local
    8. Crash del kernel disabilitando schede Ralink rt2860 su EeePC
    9. Errori USB con webcam bison nei netbook MSI Wind
    10. Assenza di avvisi per repository non firmati in Kubuntu
    11. Amarok non richiede l'installazione di codec aggiuntivi se avviato dal Live CD
    12. Evince non funziona con directory home non standard
    13. Nessun supporto Xv per chipset video Intel 82852/855GM con KMS
    14. UEC potrebbe non gestire le prime richieste dopo il riavvio
    15. Mail di conferma dei nuovi utenti UEC non inviata
    16. Dati utente UEC non utilizzabili dalle istanze guest
    17. Impossibilità di installare Node Controller UEC in un ambiente UEC esistente
    18. Crash di Ubuntu 8.04 LTS come guest KVM utilizzando virtio
    19. Problemi di autenticazione con il controller Samba per gli utenti di Windows 7
    20. Demone Samba nmbd non avviato al boot
    21. Architettura Sparc non supportata
    22. Finestra non funzionante con vecchie schede ATI

Queste note di rilascio illustrano i problemi noti con Ubuntu 9.10 e le altre varianti.

Requisiti di sistema

La quantità minima di memoria richiesta per Ubuntu 9.10 è 256 MiB (notare che parte della memoria del sistema potrebbe essere non disponibile se utilizzata dalla scheda video).

Se è disponibile solo la quantità minima di memoria richiesta, sarà necessario più tempo del normale per il processo di installazione; l'installazione comunque potrà essere ugualmente completata e, una volta installato, il sistema potrà essere eseguito in modo adeguato. Sistemi con poca memoria possono utilizzare il CD desktop per l'installazione selezionando dal menù di avvio la voce Installa Ubuntu, in modo da eseguire solo il programma d'installazione, invece che mandare in esecuzione l'intero ambiente grafico selezionando la voce Prova Ubuntu senza modificare il computer.

Note di rilascio per versione ARM

Per gli sviluppatori e i programmatori ARM è stata creata una pagina dedicata per le note di rilascio del port Armel di Ubuntu 9.10. Per maggiori informazioni, consultare: https://wiki.ubuntu.com/ARM/KarmicReleaseNotes.

Installazione

Pacchetti "recommended" installati in modo predefinito

In accordo con il "Debian Policy Manual" (che enuncia "il campo 'Recommends' dovrebbe elencare i pacchetti che dovrebbero essere presenti nel computer assieme al pacchetto corrente in tutte le installazioni tranne quelle non usuali"), il sistema di gestione dei pacchetti ora installa in modo predefinito i pacchetti elencati nel campo Recommends: così come avviene per i pacchetti nell'elenco Depends:.

Per evitare questo comportamento per un singolo pacchetto, usare il comando:

apt-get --no-install-recommends nome_pacchetto

Per evitare questo comportamento per tutti i pacchetti in modo permanente, inserire la riga:

APT::Install-Recommends "false";

nel file /etc/apt/apt.conf.

Notare che ciò potrebbe avere come conseguenza l'assenza di funzionalità in alcuni pacchetti.

Questa modifica è stata apportata nella versione 8.10.

Ibernazione non disponibile col partizionamento automatico

Il metodo di partizionamento predefinito nel programma di installazione, in alcuni casi, alloca una partizione di swap più piccola della memoria fisica del sistema, prevenendo l'utilizzo dell'ibernazione (suspend-to-disk, sospensione su disco) poiché l'immagine del sistema non può essere contenuta in tale partizione. Per poter utilizzare l'ibernazione, è necessario assicurarsi che la partizione di swap sia almeno della dimensione della memoria di sistema (bug 354126).

Aggiornamento elenco dei pacchetti per l'installazione di driver

Lo strumento Driver hardware (Jockey) richiede un elenco dei pacchetti aggiornati prima di poter rilevare e segnalare la presenza di driver. Completata l'installazione, l'elenco dei pacchetti non sarà presente ed è quindi necessario, prima di avviare Driver hardware, di aggiornare tale elenco scegliendo Sistema → Amministrazione → Gestore aggiornamenti (con Ubuntu) o KPackageKit (con Kubuntu) (bug 462704).

Altri SO non mostrati nel menù di avvio durante l'installazione della RC

Dopo aver effettuato l'installazione dalla versione Release Candidate, gli altri sistemi operativi installati nel computer non vengono visualizzati nel menù di avvio (bug 456776). Per correggere questo problema, dopo aver avviato la nuova versione di Ubuntu, eseguire in un terminale il comando:

sudo update-grub

Boot automatico da RAID degradati non configurato durante l'installazione

L'opzione del programma di installazione per eseguire il boot da supporti RAID degradati non configura correttamente il sistema. Per correggere questo problema dopo l'installazione, eseguire il comando:

dpkg-reconfigure mdadm

e selezionare nuovamente la corretta opzione (bug 462258).

Icona per gli OEM non mostrata nella Kubuntu Netbook Edition

Quando viene utilizzata l'opzione di installazione OEM nella Kubuntu Netbook Edition, l'icona Preparazione per consegna all'utente non è presente sulla scrivania (bug 386099). Gli utenti che eseguono installazioni OEM con la Kubuntu Noetbook Edition possono accedere a questa funzionalità scegliendo Sistema → Preparazione per consegna all'utente (System → Prepare for shipping) oppure eseguire, da un terminale, il seguente comando:

oem-config-prepare

Dialogo di conferma dell'installazione UNR nascosto

In alcuni casi, il dialogo di conferma al termine di una installazione avvenuta con successo della versione Ubuntu Netbook Remix, risulta nascosto. Per accedere a questo dialogo, è possibile selezionarlo dal pannello superiore nell'elenco delle finestre oppure premere Alt + Tab fino a visualizzarlo (bug 462178).

Utilizzo di spazio persistente su un supporto USB con Wubi

Gli utenti che vogliono usare Wubi da un supporto USB con dello spazio persistente, devono avviare Wubi con l'opzione --force-wubi dalla riga di comando di Windows (bug 461566).

Scorciatoia per l'installazione in Ubuntu Moblin Remix (developer preview)

Il programma di installazione non può essere avviato dalla schermata di benvenuto nella versione Ubuntu Moblin Remix (developer preview). Per avviare l'installazione da una sessione live, scegliere Applications → Settings → Install Ubuntu (bug 439656).

Installazioni con partizione /boot separata

Se esiste una precedente installazione di Ubuntu (o di un altro sistema Linux) e la nuova installazione viene eseguita a fianco di questa (per esempio utilizzando l'opzione di auto-resize), la precedente installazione non viene avviata dal menù di boot. Questo è dovuto a una configurazione errata nel file /boot/grub/grub.cfg (bug 462961). Il problema verrà risolto con un aggiornamento dopo il rilascio di Ubuntu.

Avanzamento di versione

Gli utenti di Ubuntu 9.04 possono effettuare l'avanzamento a Ubuntu 9.10 tramite un comodo processo automatico; gli utenti di versioni precedenti alla 9.04 devono prima avanzare a quest'ultima e successivamente eseguire l'avanzamento alla versione 9.10. Istruzioni dettagliate su come effettuare l'avanzamento possono essere trovate nella documentazione della comunità italiana.

Gli utenti di Kubuntu, invece, possono effettuare l'avanzamento diretto dalla versione 8.04 alla versione 9.10. Per chi volesse utilizzare questo tipo di avanzamento, è consigliato leggere le note di rilascio della versione 8.10 e anche della versione 9.04 poiché potrebbero verificarsi alcuni dei problemi lì descritti.

Impostazione non più supportata del dominio di regolamentazione della rete senza fili attraverso l'opzione del modulo

Ubuntu 9.10 abilita il quadro normativo CRDA delle reti senza fili per il controllo dei canali utilizzabili e visibili in una determinata località. Se in precedenza veniva usata, nel file /etc/modprobe.d/options, un'opzione simile alla seguente per consentire l'accesso ad alcuni canali:

options cfg80211 ieee80211_regdom=EU

ora la rete senza fili potrebbe non funzionare affatto. È quindi necessario rimuovere questa opzione dal modulo oppure usare il comando:

iw reg

Questa modifica è stata apportata nella versione 9.04.

Avanzamenti di versione dalla Beta

Un bug nel pacchetto apt incluso nella versione 9.10 Beta non visualizza la notifica automatica degli aggiornamenti dei pacchetti. Gli utenti che hanno installato o aggiornato Ubuntu 9.10 prima della Release Candidate devono assicurarsi che gli aggiornamenti vengono installati avviamento Gestore aggiornamenti manualmente (bug 449535).

Crash del server X con l'utilizzo di tavolette wacom

Il driver wacom della versione 9.10 supporta la configurazione automatica, ma va in conflitto con le voci di device per le tavolette wacom presenti nel file /etc/X11/xorg.conf, causando crash del server X all'avvio o durante la fase di arresto. Per evitare i continui crash, aggiungere un commento a tutte le voci presenti nel file xorg.conf (bug 358643).

Mancanza dell'applet di arresto in Ubuntu Netbook Remix

Dopo un avanzamento di versione in Ubuntu Netbook Remix, l'applet per l'arresto del sistema non è più presente nel pannello superiore. Per aggirare questo problema, spostare l'applet corrente per liberare dello spazio nel pannello, quindi fare clic col pulsante destro del mouse su tale spazio per aggiungere l'applet Sessione applet indicatore manualmente (bug 461115).

Pacchetti guidance-power in Kubuntu non più necessari

L'avanzamento di versione di Kubuntu potrebbe lasciare installato il pacchetto kde-guidance-powermanager o guidance-power-manager. Questi pacchetti possono essere rimossi.

Ctrl-Alt-Backspace disabilitato in modo predefinito

A partire dalla versione 9.04, la combinazione di tasti Ctrl + Alt + Backspace per forzare un riavvio del server X è disabilitata in modo predefinito, in modo da prevenirne l'uso accidentale. Inoltre, tale combinazione di tasti è ora configurata come opzione XKB, sostituendo così l'opzione DontZap del server X e rendendo possibile una configurazione per-utente.

Riabilitare questa scorciatoia può ora essere compiuto direttamente nell'ambiente grafico.

Abilitare Ctrl-Alt-Backspace in Ubuntu

  • Scegliere Sistema → Preferenze → Tastiera

  • Scegliere la scheda Disposizioni e fare clic su Opzioni disposizioni

  • Selezionare Sequenza di tasti per terminare il server X per abilitare la scorciatoia da tastiera

Abilitare Ctrl-Alt-Backspace in Kubuntu

  • Fare clic su Lancia applicazioni e selezionare Impostazioni di sistema

  • Fare clic su Lingua e paese

  • Selezionare Mappatura della tastiera

  • Nella scheda Disposizione, fare clic su Abilita le mappature della tastiera

  • Scegliere la scheda Avanzate e quindi Sequenza di tasti per terminare il server X per abilitare la scorciatoia da tastiera

Per maggiori informazioni, consultare: https://wiki.ubuntu.com/X/Config/DontZap (in inglese).

Nuove notifiche della disponibilità di aggiornamenti

Con la versione 9.10, invece di visualizzare un'icona di notifica nel pannello superiore, viene avviato il programma Gestore aggiornamenti. Gli utenti vengono avvisati riguardo gli aggiornamenti di sicurezza giornalmente, ma per gli aggiornamenti non relativi alla sicurezza vengono avvisati una volta alla settimana.

Per poter ricevere le notifiche come in precedenza, è possibile ripristinare tale comportamento eseguendo il seguente comando:

gconftool -s --type bool /apps/update-notifier/auto_launch false

Questa modifica è stata apportata nella versione 9.04.

Aggiornamento di MySQL

Con la versione 9.10, MySQL 5.1 è ora il server MySQL predefinito, ma la versione 5.0 è comunque ancora disponibile nel repository universe. Il passaggio dalla versione 5.0 alla 5.1 è gestito correttamente se eseguito attraverso update-manager, non se viene usato dist-upgrade: mysql-server-5.0 verrà aggiornato invece che sostituito da mysql-server-5.1. Se è necessario mantenere MySQL 5.0, prima di eseguire l'avanzamento di versione, rimuovere i pacchetti mysql-server e mysql-client.

Configurazione MySQL Cluster

Se MySQL è stato configurato per utilizzare il motore MySQL Cluster (NDB), l'aggiornamento a MySQL 5.1 non funzionerà, poiché il pacchetto mysql-dfsg-5.1 non supporto MySQL Cluster. È necessario quindi, prima di eseguire l'avanzamento di versione, rimuovere i pacchetti mysql-server e mysql-client per mantenere MySQL 5.0: update-manager è comunque in grado di gestire questa evenienza.

Notare che ora MySQL 5.0 è presente nel repository universe e non avrà lo stesso supporto agli aggiornamenti di MySQL 5.1.

/etc/event.d non più utilizzato

La versione di upstart inclusa in Ubuntu 9.10 non utilizza più i file di configurazione presenti nella directory /etc/event.d, ma utilizza invece /etc/init.

Non è possibile eseguire una migrazione automatica delle modifiche apportate in /etc/event.d.

Se sono state apportate delle modifiche alle impostazioni in questa directory, è necessario riapplicarle manualmente utilizzando il nuovo formato di configurazione in /etc/init (bug 402759).

Aggiornamento di syslog

Il pacchetto syslogd è stato sostituito con rsyslog. Le configurazioni presenti in /etc/syslog.conf verranno automaticamente convertite in /etc/rsyslog.d/50-default. Se sono state modificate le impostazioni di rotazione del registro in /etc/cron.daily/sysklogd o in /etc/cron.weekly/sysklogd, sarà necessario modificare le nuove configurazioni in /etc/logrotate.d/rsyslog. Notare anche che le configurazioni precedenti usavano .0 come estensione per il file, ora via logrotate verrà usato .1.

Immagini di Eucalyptus 1.5 non conservate con l'aggiornamento alla versione 1.6

Se un sistema sta eseguendo una versione di Ubuntu Enterprise Cloud sulla versione 9.04 di Ubuntu e viene eseguito l'avanzamento alla versione 9.10, qualsiasi immagine non sarà più presente dopo l'avanzamento (bug 4298781). Gli utenti interessati di questo problema possono posticipare l'avanzamento di versione fino al completamento della guida alla migrazione disponibile a questo indirizzo: http://help.ubuntu.com/community/UEC (in inglese).

Altri problemi noti

Aggiornamento manuale di GRUB con il passaggio a ext4

Se viene scelto di aggiornare il file system delle partizioni / o /boot da ext2/ext3 a ext4 (come descritto nella documentazione di ext4), una volta effettuato l'avanzamento a Ubuntu 9.10 è necessario eseguire il comando:

grub-install

per reinstallare il programma di avvio. Non eseguendo questa operazione, la versione del programma di avvio (GRUB) installata non sarà in grado di leggere il kernel dal nuovo file system ext4 e il sistema non verrà avviato.

Possibile danneggiamento di file di grandi dimensioni con ext4

Sono stati segnalati dei possibili danneggiamenti di dati con file system ext4 "nuovi" (non dopo un aggiornamento) utilizzando il kernel della versione 9.10 quando vengono eseguite scrittura su file di grandi dimensioni (maggiori di 512MiB). Questo problema è noto ai programmatori e stanno lavorando a una soluzione (bug 453579). Gli utenti che gestiscono quotidianamente file di grandi dimensioni, è consigliato utilizzare il file system ext3 fino alla risoluzione del problema.

Client Ubuntu One richiede aggiornamento post-installazione

Un bug critico nel software del client Ubuntu One incluso nella versione 9.10, che può portare alla perdita di dati, ha portata alla disabilitazione dell'accesso alla sincronizzazione dei file per queste versioni del client. Gli utenti che ricevono il messaggio Funzionalità non corrispondenti (Capabilities Mismatch) dovrebbero installare l'aggiornamento del client che sarà reso disponibile subito dopo il rilascio, correggendo il bug originale e ripristinando l'accesso alla sincronizzazione dei file.

L'accesso ai file è garantito sempre dall'interfaccia web all'indirizzo: http://one.ubuntu.com.

La sincronizzazione di contatti e delle note di Tomboy non è interessata da questo problema.

Impossibile eseguire job di upstart in chroot

I job di upstart non possono essere avviati in un ambiente chroot poiché upstart si comporta come supervisore di servizi e i processi all'interno del chroot non sono in grado di comunicare con l'istanza di upstart in esecuzione all'esterno del chroot (bug 430224). Per questo, l'aggiornamento di alcuni pacchetti che sono stati convertiti per usare i job di upstart al posto degli script init, potrebbe non riuscire. È consigliato configurare gli ambienti chroot con /sbin/initctl che punta a /bin/true, usando il seguente comando:

dpkg-divert --local --rename --add /sbin/initctl
ln -s /bin/true /sbin/initctl

Schermata di accesso visualizzata prima del mount dei file system opzionali

Con l'utilizzo del nuovo processo di boot tramite upstart, il server X viene avviato e viene lanciata la schermata di accesso appena sono resi disponibili i file system principali. Questo implica che i file system opzionalit, montati in posizioni non necessarie al sistema per avviarsi, potrebbero risultare non montati durante la fase di accesso e potrebbero verificarsi degli errori di mount nel caso di errori nel controllo dei file system.

Gli utenti che preferiscono il comportamento precedente, possono aggiungere l'opzione bootwait a questi file system nel file /etc/fstab (bug 439604).

Aggiornamento manuale di GRUB con il passaggio a ext4

Se viene scelto di aggiornare il file system delle partizioni / o /boot da ext2/ext3 a ext4 (come descritto nella documentazione di ext4), una volta effettuato l'avanzamento a Ubuntu 9.10 è necessario eseguire il comando:

grub-install

per reinstallare il programma di avvio. Non eseguendo questa operazione, la versione del programma di avvio (GRUB) installata non sarà in grado di leggere il kernel dal nuovo file system ext4 e il sistema non verrà avviato.

Il servizio avahi non si avvia in presenza di un dominio .local

Il pacchetto avahi-daemon, che implementa lo standard mDNS Zeroconf, comprende un controllo che previene l'esecuzione in presenza di un dominio DNS .local. Alcuni fornitori di servizi Internet pubblicizzano questo dominio .local all'interno delle proprie reti, portando gli host con installata la versione 9.10 di Ubuntu a non visualizzare i nomi disponibili all'interno della rete locale (bug 327362).

Per forzare l'uso di mDNS all'interno di una rete configurata in questo modo, eseguire il seguente comando:

sudo sed -i -e'/AVAHI_DAEMON_DETECT_LOCAL/s/1/0/' /etc/default/avahi-daemon
sudo service avahi-daemon start

L'utilizzo della combinazione di tasti Fn + F2 per disabilitare l'antenna della scheda senza fili su computer EeePC che fanno uso di chipset Ralink rt2860 (EeePC 900 e 1000), porta a un kernel panic bloccando l'intero sistema (bug 404626). Questo problema verrà risolto con un aggiornamento successivo al rilascio di Ubuntu 9.10.

Errori USB con webcam bison nei netbook MSI Wind

Un errore presente nel driver uvcvideo, utilizzato per le webcam bison in alcuni netbook MSI Wind, porta al non funzionamento del supporto USB causando l'impossibilità di utilizzare dispositivi USB o di sospendere/ripristinare il sistema. Per aggirare questo problema, gli utenti possono disabilitare la videocamera prima del boot utilizzando la combinazione di tasti Fn + F6 (bug 435352).

Assenza di avvisi per repository non firmati in Kubuntu

Il gestore di pacchetti kpackagekit della versione 9.10 non avvisa gli utenti se il pacchetto che stanno installando è di un repository non firmato con PGP. Gli utenti con repository non firmati presenti nel file /etc/apt/sources.list che vogliono ricevere avvisi riguardo i pacchetti installati, dovrebbero usare lo strumento a riga di comando apt-get (bug 256245).

Amarok non richiede l'installazione di codec aggiuntivi se avviato dal Live CD

Quando avviato dalla sessione live, Amarok non avvisa l'utente, se necessario, di scaricare i codec aggiuntivi, impedendo così la riproduzione di file MP3. Una volta installato il sistema, questo problema non si presenta più (bug 362538).

Evince non funziona con directory home non standard

Evince, il visualizzatore di documenti di GNOME, è ora dotato di un nuovo profilo AppArmor che aumenta considerevolmente le sicurezza, proteggendo gli utenti da problemi legati alle librerie PDF e delle immagini. Gli utenti che utilizzano posizioni non standard per la propria directory home dovranno regolare di conseguenza le configurazione del file /etc/apparmor.d/tunables/home. Per maggiori informazioni, consultare la documentazione inglese.

Nessun supporto Xv per chipset video Intel 82852/855GM con KMS

Quando viene utilizzato il kernel-mode-setting (KMS) predefinito, gli utenti con schede Intel 82852/855GM non potranno utilizzare l'estensione Xv per la riproduzione video. Questo fenomeno potrebbe essere visibile con un alto utilizzo della CPU, una cattiva riproduzione di video o l'impossibilità di riprodurre video con alcune applicazioni. Per aggirare questo problema, è possibile aggiungere l'opzione nomodeset alla riga kernel nelle opzioni di boot di grub per disabilitare l'uso di KMS (Bug 395932)) (per Grub 2: modificare /etc/default/grub e aggiungere nomodeset a GRUB_CMDLINE_LINUX, quindi eseguire sudo update-grub; per Grub 1: modificare /boot/grub/menu.lst e aggiungere nomodeset alla riga che inizia con # kopt=, quindi eseguire sudo update-grub).

UEC potrebbe non gestire le prime richieste dopo il riavvio

Durante la fare di avvio, un sistema UEC potrebbe non elaborare correttamente le richieste, restituendo errori "403 Forbidden" in riposta alle richieste dei client. Questo problema è causato da un deadlock nel database che viene automaticamente sbloccato dopo alcuni tentativi (bug 444352). Per aggirare questo problema, riavviare eucalyptus nel controller dopo il boot:

sudo restart eucalyptus

.

Mail di conferma dei nuovi utenti UEC non inviata

Quando un utente viene creato nell'interfaccia di amministrazione di UEC, viene inviata una email all'utente per confermare la registrazione. Un bug presente nella configurazione smtp di UEC non consente al Cloud Controller di accettare e di inviare la conferma all'utente (bug 459101). Per aggirare questo problema, modificare il file di configurazione /etc/postfix/main.cf nel Cloud Controller per commentare l'opzione mynetworks e aggiungere invece mynetworks_style impostata a host:

  #mynetworks = 127.0.0.0/8 [::ffff:127.0.0.0]/104 [::1]/128
  mynetworks_style = host

Una volta fatta questa modifica, riavviare postfix:

sudo service postfix reload

Dati utente UEC non utilizzabili dalle istanze guest

Quando i dati utente vengono passati a un'istanza avviata con euca-run-instances (utilizzando l'opzione -d, --user-data oppure -f. --user-data-file) i dati restituiti all'indirizzo http://169.254.169.254/latest/user-data saranno codificati in base 64. Questo problema verrà risolto con un aggiornamento successivo al rilascio di Ubuntu 9.10 (bug 461156).

Impossibilità di installare Node Controller UEC in un ambiente UEC esistente

L'estensione di un'istanza UEC potrebbe fallire durante l'installazione del node controller se avviata usando l'opzione Installa Ubuntu Enterprise Cloud del CD server. L'installazione segnala che il file di preseed non può essere scaricato dal Cluster Controller, poiché viene usato un indirizzo IP errato per connettervisi (bug 458904).

Per aggirare questo problema, gli utenti possono installare una versione server standard di Ubuntu e quindi installare il pacchetto eucalyptus-nc. Inoltre, è necessario configurare come bridge l'interfaccia Ethernet primaria del sistema e sarà necessario copiare manualmente la chiave SSH dell'utente del Cloud Controller. Per maggiori informazioni, consultare: https://help.ubuntu.com/community/UEC/PackageInstall (in inglese).

Crash di Ubuntu 8.04 LTS come guest KVM utilizzando virtio

L'utilizzo della versione 8.04 di Ubuntu come guest KVM con l'utilizzo dell'interfaccia di rete virtio potrebbe portare a dei crash se eseguita su un host con installata la versione 9.10 di Ubuntu. Per aggirare questo problema, i guest dovrebbero utilizzare il modello di rete e1000 o rt1839. Questo problema verrà risolto con un aggiornamento successivo del pacchetto qemu-kvm (bug 458521).

Problemi di autenticazione con il controller Samba per gli utenti di Windows 7

Dopo un aggiornamento di un controller di dominio Samba, i membri del dominio con Windows 7 non saranno più in grado di autenticarsi anche se le impostazioni di registro sono state modificate come indicato a questo collegamento: http://wiki.samba.org/index.php/Windows7. Questo problema verrà risolto tramite un aggiornamento successivo al rilascio di Ubuntu 9.10 (bug 462626).

Demone Samba nmbd non avviato al boot

Su un sistema con installato Samba, il demone nmbd potrebbe non avviarsi in fase di boot (bug 462169). Per aggirare questo problema, riavviare il servizio Samba al completamento della fase di boot:

sudo service samba restart

Questo problema verrà risolto con aggiornamento successivo al rilascio di Ubuntu 9.10.

Architettura Sparc non supportata

Il sistema init di upstart della versione 9.10 non funziona con architetture Sparc per un errore SIGBUS non diagnosticato. Agli utenti che usano architetture Sparc è consigliato non passare alla versione 9.10. Qualsiasi aiuto per risolvere questo bug relativo solo a questa architettura per la futura versione 10.04 è molto apprezzato (bug 436758).

Finestra non funzionante con vecchie schede ATI

In presenza di vecchie schede grafiche ATI con 32MiB di memoria RAM o meno, presentano dei problemi nel direct rendering delle finestre, come quelle delle notifiche. Per aggirare questo problema, è possibile disabilitare l'opzione RenderAccel nella configurazione di X.org (bug 426582).

  1. Creare un file di configurazione di X.org:

    sudo Xorg -configure
  2. Aggiungere, nella sezione Device, quanto segue:

    Section "Device"
            ...
            Driver "radeon"
            Option "RenderAccel" "off"
    EndSection

KarmicKoala/ReleaseNotes/it (last edited 2009-10-29 18:39:29 by milo)